La costruzione del nemico

giovedì, dicembre 22nd, 2011

La creazione di una nuova casta di privilegiati nell’immaginario collettivo :

i pensionati – quelli che hanno la pensione mentre gli altri chissà quando ce l’avranno (e giù tagli alla loro pensione nel frattempo)

i lavoratori dipendenti – quelli che hanno uno stipendio fisso e che andranno in pensione a 70 anni, rubando opportunità ai giovani precari (e dagli addosso all’art 18)

i lavoratori con partita iva _ quelli che notoriamente non pagano le tasse | questi sono una categoria a parte:  chi non mai pagato continuerà a non farlo, chi ha sempre pagato (ad esempio tutti quelli costretti ad aprire la partita iva per fare un lavoro dipendente) pagherà di più.

L’importante è darci addosso l’un contro l’altro armati,altro che “Stringiamoci a coorte” . D’altro canto si sa che la vera cooperazione tra uomini si ottiene solo quando si va alla pugna||

La notizia del giorno è questa qui    e si aggiunge a quell’intervista in tv l’altro giorno  : alcuni dipendenti di una società che affitta i palazzi al parlamento hanno appena ricevuto la lettera di licenziamento.

Giustamente trattasi di democrazia partecipata , una roba che parte dal basso insomma….

I dipendenti del ristorante del Senato che rischiano il posto, intervengono i questori

Il personale del ristorante del Senato è a rischio. Ed è notizia di questi giorni che nove dipendenti – sei camerieri, due cuochi e un tabaccaio – avrebbero ricevuto a breve le lettere di licenziamento dalla società che gestisce i servizi di ristoro di Palazzo Madama, la Gemeaz Cusin. La decisione sarebbe dovuta alla diminuzione dei pasti serviti quotidianamente dopo l’aumento dei prezzi a seguito delle polemiche sui costi della politica. Ma i senatori questori sono intervenuti in difesa dei lavoratori (30 dipendenti hanno persino occupato, simbolicamente, il ristorante).
“La decisione della Gemeaz Cusin – scrivono in una lettera alla Gemeaz i senatori questori in merito al contratto per l’affidamento in appalto dei servizi di ristorazione firmato nel febbraio 2010 – di richiedere l’attivazione delle procedure di mobilità per nove dipendenti attualmente impiegati in Senato, si traduce in un inadempimento grave degli obblighi contrattuali assunti dalla Società con la stipulazione del contratto, incidendo significativamente sulla garanzia dei servizi”.
“In considerazione di quanto precede – prosegue la lettera – si intima a codesta Società di ripristinare con effetto immediato la regolare esecuzione dei servizi in oggetto, secondo i livelli di servizio previsti nel contratto e nei relativi atti di gara. In mancanza, la Società medesima sarà tenuta al risarcimento dei danni cagionati dal mancato adempimento delle obbligazioni contrattuali”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: