L’emozione e la regola

giovedì, maggio 3rd, 2012

“Certo l’impresa divora le mie migliori energie,i miei migliori interessi, ma pure è un’impresa così grandiosa,assume delle proporzioni così gigantesche da darmi una felicità immensa, anche se mi costringe a disperdermi negli affari, e tale felicità rappresenta la migliore compagnia.

L’opera è davvero qualcosa di libero,senza precedenti. è nata dal semplice pensiero e  reca tracce spirituali di goni fase della mia esistenza.

ecco, io mi illudoche il vero scopo della mia vita sia stato quello di creare questo grande laboratorio, eppure non è vero. Volevo creare spiritualmente,concludere la mia esistenza in un’atmosfera di cività interiore.Ma ai nostri tempi ciò è più difficle di prima. La selvaggia, precipitosa vita di oggi trascina via anche chi voglia opporre resistenza, la trascina, Dio sa dove”

ANTON DOHRN, 1907

Due anni prima di morire, scrive questa lettera il fondatore dell’Acquario di Napoli, sistema complesso, primo al mondo in cui convergevano non solo scienze biologihe(appena nate sulla spinta darwiniana) ma anche le arti in genere : pittura, scultura, musica ( La sala superiore dell’acquario era destinata ai concerti).

Un vero e proprio ricettacolo di idee dove hanno soggiornato per periodi più o meno brevi ben 18 premi nobel. Un luogo dove si configura una teoria moderna  e purtoppo raramente applicata altrove, dell’organizzazione del lavoro, concepita come sistema biologico, ovvero  network di funzioni biologicamente interagenti con l’ecosistema.

Sinergia e cooperazione tali da rendere la struttura autosufficiente dal punto di vista economico, grazie al sistema dei “TAVOLI”  : chi contribuiva economicamente (enti,istituzioni, ecc.)  aveva diritto a un tavolo al quale un ricercatore avrebbe potuto studiare, in piena autonomia.

In un momento di massima espansione della Biologia, la Stazione Zoologica di Napoli acquisterà così un ruolo di primo piano. Innumerevoli  corsi di grande livello, tenuti da ricercatori provenienti da tutto il mondo, in una sorta di Congresso permanente, sempre affollat. Il più gettonato,quello biennale di Storia e filosofia delle scienze biologiche, che si teneva a Ischia, nella sezione donata da un ricco filantropo americano. Lo stesso che, su suggerimento di Dohrn, acquisterà la Villa Floridiana di Napoli,sottraendola alla speculazione edilizia.

Gli interlocutori di Dohrn furono persone come il re di Baviera, Huxley, Darwin oltre a una corte dei miracoli eterogenea (v. la vedova del colonello russo che staccherà i biglietti fino alla morte)

Figlio della teoria evoluzionistica, scriverà ” nella nostra disciplina, esiste una quantità sterminata di opere calassificatorie \descrittive. le energie finora adoperate per separare le specie, dovranno d’ora in poi servire all’unificazione. alla derivazione l’una dall’altro”

Questa intuizione “olistica” la si ritrova anche nell’organizzazione del lavoro : tutti i collaboratori (scienziati e personale di servizio)  partecipavano  alla gestione amministrativa,contabile,burocratica in parti più o meno uguali.

Tutti comunque motivati a ottenere massimi risultati (nonostante i bassi stipendi) in virtù dell’opportunità uguale per tutti. Il quattordicenne figlio del portinaio semianalfabeta diventerà un’autorità nel campo della conservazione degli animali (che venivano venduti ai vari Musei), fino a ottenere la laurea honoris causa all’Università di Napoli.

tutto questo l’ho ricavato da un libro di Domenico De Masi L’emozione e la regola. I gruppi creativi in Europa dal 1850 al 1950

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: