Biancaneve, i nani, il prof e la mangravia

venerdì, ottobre 4th, 2013

482316_503709966331435_1752488520_n

e’ singolare come certe notizie circolino in maniera virale. questa secondo me è una di quelle. Ho cercato in retealtre notizie circa la fonte originale ma non ne ho trovate. Che Biancaneve fosse associata alla droga è storia vecchia. solo che ricordavo che si parlava di eroina. E visto che Biancaneve è un’eroina a tutti gli effetti (almeno segue il viaggio dell’eroe) e soprattutto visto che avevo trovato questa immagine che mi aveva tanto colpito, pubblico anch’io questo post che parla di nani. E’ o non è l’argomento del giorno?

Il noto lungometraggio di animazione “Biancaneve e i sette nani“, prodotto dalla Disney nel 1937, è un film con chiari riferimenti all’abuso di cocaina. Come spiega Mitchell Stephens, docente di storia della televisione alla New York University “Se il nome della protagonista – in lingua originale “snow white” – è già un chiaro riferimento alla polvere bianca, quelli dei nani rappresentano i principali effetti dannosi derivanti dall’assunzione di cocaina“. Ecco nel dettaglio:

  • Cucciolo (in inglese “Doopey”, sfatto) rappresenta il primo sintmono della dipendenza da cocaina: tascuratezza ed instabilità emotiva.
  • Brontolo (in inglese “Grumpy”, irritabile) psicotico e intrattabile, rappresenta l’astinenza.
  • Eolo (in inglese “Sneezy”, che fa starnuti) rappresenta i danni che la cocaina produce all’apparato orofaringeo e nasale.
  • Gongolo (in inglese “Happy”, allegro) rappresenta lo stato di euforia temporaneo che scaturisce immediatamente dopo l’assunzione di coca
  • Mammolo (in inglese “Bashful”, schivo) rappresenta gli stadi “post-trip”, quelli in cui il soggetto evita rapporti umani e sociali.
  • Dotto (in inglese “Doc”, dottore) saccenza e sensazione di onniscenza ed onnipotenza. È l’alpha dog del gruppo, rappresenta le sensazioni positive della prima assunzione.
  • Pisolo (in inglese “Sleepy”, assonnato) ultimo sintomo dell’assunzione di cocaina: stanchezza patologica e dolori articolari.

Forse non tutti sanno che

Se il viso di grimilde si ispirava a Joan Crawford, l’aspetto fisico  è ripreso pari pari dall statua della  margravia Uta degli Askani .

grimilde

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: