Monotonia e Routine

giovedì, dicembre 25th, 2014

che barba che noia

<Per un certo periodo, tra il 1933 e il 1938,  ho lavorato di notte, a un lavoro di routine..Accanto a me c’erano dei colleghi della mia stessa età, ma la maggior parte erano più vecchi di me. Alcuni anche erano già molto anziani. Tutti evidentemente, da giovani, avevano sperato di poter fare qualcosa di più brillante, di fare gli inviati speciali, per esempio, cioè di fare grandi reportages, di viaggiare per il mondo, eccetera… E poi a poco a poco si erano fossilizzati lì, nella redazione, rinunciando progressivamente alle loro speranze. E questa grande occasione che probabilmente ciascuno di loro aveva sperato magari inconsapevolmente, si era fatta sempre più lontana e improbabile e si era perduta del tutto. Questa monotonia del lavoro […] mi ha fatto venire in mente di scrivere una storia in cui venisse riassunto il destino dell’uomo medio, dell’uomo che spera in questa grande occasione, che fa di tutto per farla venire, e questa occasione appare, sembra che stia per realizzarsi e poi scompare e se ne va via. Oppure, quando arriva, è troppo tardi per lui…>>

Le prole sono di Dino Buzzati  e si riferiscono al periodo in cui lavorava al Corriere della Sera, La storia che gli è venuta in mente decide di chiamarla “La Fortezza” e consegna, nel gennaio 1939  il manoscritto all’amico Arturo
Brambilla perché lo inoltri all’editore Leo Longanesi. Grazie alla segnalazione di Indro Montanelli Longanesi  acconsente alla pubblicazione del romanzo a patto che però l’autore cambi il titolo che potrebbe costituire una troppo palese allusione alla guerra ormai vicina.Il nuovo titolo è “Il deserto dei Tartari”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: